Alberto de Simoni Giustino Renato Orsini
(Morbegno, 17 giugno 1883 - Milano, 3 gennaio 1964)
Stemma Paravicini


Data: 17/03/1595

Tipologia atto: Instrumentum venditionis locationis et gratiae

Luogo: Bormio

Notaio rogante: Romani (de Romanis), di Bormio, S. N.: Giovanni Battista fu Mr. Gottardo.

Pronotai: -

Regesto: 1595 marzo 17, Bormio.

Instrumentum venditionis locationis et gratiae.

Il Mr. Angelo fu Bartolomeo Sasella di Combo ed il Mr. Giovanni Pietro Raymondus fu Nicola Botesini di Bormio, a nome degli eredi di Vasino fu Colombano de la Gottarda di Piatta nati dalla fu Maddalena fu Bartolomeo Botesini Raymondi, essendo stati deputati da parenti dei minori e confermati dal Magnifico Consiglio di Bormio il ***, vendono a ser Quintilio fu ser Mandino Ferla di Bormio tutti i miglioramenti su di un prato di pertiche 128 ¬Ĺ circa con acque, accessi ed altri diritti sito in contrada Piatta u. d. a pra‚?? Tibaldo, confinante con: a) Francesco fu Giovanni de Martha, b) (mancante), c) parte eredi di Tonio Tronchane e parte Gio. Giacomo di Pietro Salvatoris de Uza, d) eredi di Maria prima moglie del fu Vasino e parte detti eredi Tronchane, eccedenti L. 3 ¬Ĺ di fitto perpetuo che prestano agli eredi di ser Baldassarre de Mariolis.
Prezzo: L. 65, di cui L. 19 s. 1 in contanti ed il resto in frumento, segale e fieno; il compratore ne investe contestualmente in enfiteusi gli eredi minorenni al fitto da pagarsi a S. Michele di L. 4 s. 11 da consegnarsi al locatore in Bormio, salvo spese di esazione; con pacto luendi, oltre alle spese notarili, eventuali arretrati e rateo di interessi.

Atto in casa del notaio in contrada de Subripa.

Testi:
Nicolò di Giovanni Pietro Barabannini de Buleo,
Antonio fu Carlo Casatoris de Subripa,
Gaspare figlio del notaio, tutti di Bormio.

S. N.
Giovanni Battista Romani fu Mr. Gottardo di Bormio.

Nota: simile a precedente regalo del Dott. Renzo Rizzi.